18.6.11

Valentina De’ Mathà


Valentina De’ Mathà
54th International Art Exhibition La Biennale di Venezia - Italy Pavilion

Silence.
308 white bodies that merge with the ground in a random order, as if nothing had a logical meaning.
All bodies were born from a single array as we all were born from Mother Earth.
I chose a neutral color, white, symbolizing a collective identity rather than individual.
I chose paper because it is organic, like the human body it goes back to the earth that saw its birth.
The silence after the earthquake of L'Aquila.

"Only when you drink from the river of silence shall you indeed sing.
And when you have reached the mountain top, then you shall begin to climb.
And when the earth shall claim your limbs, then shall you truly dance."
Khalil Gibran (The Prophet)







54a Mostra internazionale d’arte La Biennale di Venezia Padiglione Italia / Regione Abruzzo
Artist: Valentina De’ Mathà

Dal Sabato 25 Giugno 2011
Al Novembre 2011

L’Artista Valentina De’ Mathà, invitata al Padiglione Italia / Regione Abruzzo della 54a Mostra Internazionale d’Arte La Biennale di Venezia, esporrà un’installazione scultorea intitolata “Silenzio”,
un progetto che parla della sua Terra natale: L’Abruzzo.
"Silenzio" vuole essere un'opera commemorativa delle 308 vittime del tragico terremoto che il 6 Aprile 2009 ha devastato la città di L’Aquila.
In "Silenzio" l’artista ha voluto raccontare la drammaticità della catastrofe attraverso fragili sculture di carta
nate tutte da un’unica matrice.
Un lavoro molto lungo su cui sta lavorando da circa due anni, infatti ogni scultura ha bisogno di 2-3 giorni di lavorazione.
L'installazione completa comprende 308 corpi bianchi (93x28x12) che si fondono con la parete in un ordine casuale. Tutti i corpi sono nati da un’ unica matrice come noi nasciamo tutti dalla Madre Terra.
È stato scelto per le sculture un colore neutro, il bianco, colore dell' assenza e, in contrapposizione, della pienezza, a simboleggiare un’ identità collettiva e non individuale.
L’opera è interamente in carta, materiale organico che subisce i cambiamenti del tempo e, come il
corpo umano, torna nella Terra che lo ha visto nascere.
È un'installazione che incita al silenzio, al rispetto e ad ascoltarsi.
Il silenzio, appunto, dopo il terremoto di L'Aquila.

Quando: Opening Sabato 25 Giugno ore 21:00
Dove: Aurum – Pescara
Catalogo: Skira
Sede: Aurum via D'Avalos angolo via Luisa D'Annunzio – Pescara
Estivo: dal 1 giugno al 31 agosto
- dal martedì al sabato 9:30-13:30 / 17:30-22:30
- domenica 17:30-21:30
- lunedì chiuso
Invernale: dal 1 settembre al 31 maggio
- dal martedì al sabato: 9:30-13:30 / 15:30-19:30
- domenica: 15:30-19:30
- lunedì chiuso

Per info:
valentinadematha.com
aurum.comune.pescara.it
-

2 comments:

Jose Ramon Santana Vazquez said...

...traigo
sangre
de
la
tarde
herida
en
la
mano
y
una
vela
de
mi
corazón
para
invitarte
y
darte
este
alma
que
viene
para
compartir
contigo
tu
bello
blog
con
un
ramillete
de
oro
y
claveles
dentro...


desde mis
HORAS ROTAS
Y AULA DE PAZ


COMPARTIENDO ILUSION
VALENTINA

CON saludos de la luna al
reflejarse en el mar de la
poesía...




ESPERO SEAN DE VUESTRO AGRADO EL POST POETIZADO DE STAR WARS, CARROS DE FUEGO, MEMORIAS DE AFRICA , CHAPLIN MONOCULO NOMBRE DE LA ROSA, ALBATROS GLADIATOR, ACEBO CUMBRES BORRASCOSAS, ENEMIGO A LAS PUERTAS, CACHORRO, FANTASMA DE LA OPERA, BLADE RUUNER ,CHOCOLATE Y CREPUSCULO 1 Y2.

José
Ramón...

andyfriend said...
This comment has been removed by a blog administrator.
-

>

\